L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha accertato che la Regione Campania diffondendo sul sito i dati personali dei segnalanti relativi a un debito maturato dalla Regione nei loro confronti, in esecuzione di una sentenza esecutiva, con specificazione del relativo ammontare ha effettuato un trattamento di dati personali non conforme al GDPR.

La Regione Campania risulta aver violato gli artt. 5, par. 1, lett. a) e c); 6, par. 1, lett. c) ed e), par. 2 e par. 3, lett. b), del RGPD; nonché l’art. 19, comma 3, del Codice, vigente al momento della condotta illecita.

[Provvedimento n. 120 del 2 luglio 2020]

Tags: