Trascorsi quasi due anni dalla sua piena applicazione, il GDPR ha suscitato una serie di falsi miti di cui occorre liberarsi.
Ecco perché nasce questa rubrica che raccoglierà le tante osservazioni ricevute nel corso di questi mesi durante le fasi di adeguamento “pratico” al testo normativo europeo con l’intento di proporre la corretta interpretazione della norma.
#2 : No, non tutti devono nominare (obbligatoriamente) un DPO=Responsabile della Protezione dei dati.
Ad esempio, le aziende dovranno individuare un #DPO solo se sussistono una serie di condizioni previste all’art. 37 #GDPR.
Le Autorità pubbliche, invece, devono avere un DPO.
Negli altri casi, ovviamente, si può sempre scegliere di nominare un DPO volontariamente.

Categories:

Tags: