È da poco terminato il primo HACKTHEDOC italiano di legal design organizzato da Legal hackers Roma, con il patrocinio e la partecipazione del Garante per la Protezione dei Dati Personali. Un hackathon per rendere le privacy policy qualcosa che tutti possano leggere e capire.

 Lorena Pacelli e io, team “LexLink”, partendo dal presupposto che un concetto ben si può trasformare in immagine, abbiamo abbiamo ridotto l’informativa privacy di Amazon del 75% e cercato di capire quale fosse l’immagine più efficace che potesse orientare e rendere partecipe l’utente della policy privacy.Abbiamo adoperato delle icone che illustrano direttamente l’oggetto che volevamo richiamare senza rischiare però di distrarre l’utente che invece deve rimanere focalizzato sull’interpretazione dell’informativa ed ecco perché abbiamo inserito un breve messaggio audio all’inizio affinché l’utente resti ben inquadrato sul da farsi. Inoltre, per rendere la user experience familiare e non dispersiva abbiamo adottato i font, i colori e la mascotte del colosso americano cosicché l’utente potesse muoversi nel pannello di controllo dimestichezza e senza avvilirsi.

Sono stati due i principi che ci hanno guidato nello sviluppo di questo prodotto finito:

1) il principio di responsabilizzazione

2) il principio di trasparenza

Perché la stesura e la rappresentazione dell’informativa rappresenta un momento di consapevolezza per il titolare, ma anche un momento di conoscenza per l’utente. Da un lato il titolare avrà un quadro completo dei trattamenti che effettua e dall’altro l’interessato acquisirà per la prima volta la conoscenza di tutte le informazioni che lo riguardano.

Se questi sono i principi che ci hanno guidato, l’obiettivo che ci siamo prefissati è stato quello di guidare l’utente nell’elaborazione della conoscenza acquisita e rendere l’utente comandante della sua privacy.

E in quest’ottica abbiamo inserito nel pannello di controllo tutte le attività e funzioni compreso la gestione dei cookie affinché sia tutto sottomano e corretto gli errori presenti di una policy privacy non aggiornata alle ultime pronunce della Commissione Europea in tema di trasferimento dei dati extra UE.

Clicca qui: https://www.youtube.com/watch?v=IJxP_1WY2yY

Realizzato da Lorena Pacelli e Sara del Grosso.

Ringraziamo Legal Hackers Roma per questa avvincente iniziativa.

Tags: